Avviso presentazione progetto personalizzato - Interventi regionali per la Vita Indipendente

Gli interventi per la “vita indipendente” sono rivolti alle persone tra i 18 e i 67 anni con disabilità in situazioni di gravità, ai sensi dell’articolo 2 della L. R. 23 novembre 2012, n. 57.


La persona con disabilità sceglie autonomamente il proprio assistente personale, che può essere anche un familiare ed è tenuta a regolarizzarne il rapporto di lavoro nel rispetto delle forme contrattuali previste dalla normativa vigente.
Gli utenti che desiderano utilizzare questa tipologia di assistenza  predispongono e presentano un Progetto individuale per la “vita indipendente” e la richiesta del relativo finanziamento all’Ente Capofila di Ambito Distrettuale Comune di Francavilla al mare, anche per il tramite del proprio Comune di residenza, sui modelli di Domanda ed Elaborazione del Progetto, predisposti dalla Direzione Regionale competente, allegato al presente Avviso, unitamente alla documentazione indicata nell'Avviso stesso.
La richiesta e il relativo Progetto dovranno essere redatti su appositi modelli regionali e sottoscritti dall’utente, o in caso di impossibilità, dal suo legale rappresentante e inviati con le seguenti modalità e termini.

 

entro il 31 GENNAIO 2018, mediante:
1. Raccomandata A/R al Comune di Francavilla al Mare - ECAD n. 09 "Val di Foro" - 66023 Francavilla al Mare (CH) Corso Roma n. 7;
2. Consegna a mano all’Ufficio Protocollo del Comune di Francavilla al Mare dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30 e nei pomeriggi di Martedì e Giovedì dalle ore 15.15 alle ore 16.30;
3. P.E.C. Posta Elettronica Certificata all’indirizzo: protocollo@pec.comune.francavilla.ch.it esclusivamente da coloro che sono in possesso di P.E.C.

 

entro il 30 Gennaio 2018:

L’interessato potrà consegnare la domanda presso il proprio comune di residenza

 

Si sottolinea che l'attestazione ISEE indicata nell'avviso dovrà essere consegnata al protocollo del Comune di Francavilla al Mare entro e non oltre il 26/02/2018, direttamente o per il tramite del Comune di residenza.

 

Il Servizio di Segretariato Sociale del Comune di residenza è a disposizione per ogni eventuale informazione.